LinkedIn è uno strumento professionale molto potente e ampiamente utilizzato oggi dagli head hunters per trovare candidati, oltre ad essere un social efficace per diffondere il tuo messaggio in maniera virale.
Per questo motivo è molto importante poter costruire una tua identità online forte ed efficace, perché l’obiettivo è soprattutto quello di ottenere visibilità su internet, al fine di migliorare la tua reputazione e aumentare le probabilità di avere opportunità di lavoro e collaborazioni.
Ecco perché prenderti cura del tuo profilo LinkedIn è fondamentale.

“Come massimizzare l’impatto del tuo profilo LinkedIn?”

Ecco alcuni suggerimenti importanti (oltre le necessità scontate di inserire una tua foto, le informazioni di base e il tuo iter di istruzione),  che ti aiuteranno a fare un uso migliore di questo social network e a migliorare la tua immagine e la tua professionalità agli occhi dei tuoi visitatori e di quelli che sono in cerca di professionisti e/o persone come te.

1) Hai già una strategia?

steviejordanlinkedinstrategyDevi anzitutto decidere cosa vuoi scrivere e come presentarti al tuo pubblico.

Hai già una strategia?
Quale immagine vorresti dare? Quali competenze professionali e personali vuoi evidenziare?
Come orientare il tuo profilo in modo che le tue abilità siano in linea col lavoro che stai svolgendo o che stai cercando?
Come costruire un profilo coerente con i tuoi obiettivi professionali?

Rispondere a queste domande è essenziale. In caso contrario, il tuo profilo può dare ai lettori una immagine addirittura sbagliata, lontana cioè dalla tua reale professionalità.

2) Non riscrivere l’ennesimo C.V.
Il tuo profilo LinkedIn è qualcosa di diverso dal tuo Curriculum Vitae, è qualcosa di complementare.
Il tuo profilo LinkedIn non deve duplicare il tuo curriculum, ma deve contenere una descrizione sommaria delle informazioni coperte poi in modo più dettagliato nel tuo cv. Il tuo profilo linkedin deve mostrare il lato migliore della tua professionalità.

Quindi, devi utilizzare la massima sintesi ed onestà! Il CV, stai tranquillo che ti verrà richiesto al momento opportuno in fase di approfondimento o potrai renderlo fruibile nel dettaglio attraverso altre applicazioni.

3) Aggiungi applicazioni
Per dare un aspetto più professionale al tuo profilo LinkedIn, puoi installare una o più applicazioni per far visualizzare, quando ci sono, informazioni più dettagliate su di te e sul tuo lavoro. Ecco alcuni esempi di applicazioni disponibili:
WordPress:  se hai un blog che desideri mostrare nel tuo profilo professionale, questa applicazione consente di visualizzare i tuoi ultimi messaggi.
Twitter:  se disponi di un account Twitter, questa applicazione consente di visualizzare i tuoi ultimi tweet.
Letture: questa applicazione mostra i libri che hai letto o che stai leggendo.
Eventi: questa ti permette di visualizzare sul profilo gli eventi del tuo settore cui prendi parte.
Presentazioni SlideShare: si tratta di un’applicazione che consente di includere nel tuo profilo un Curriculum Vitae come fosse una presentazione Powerpoint.

4) Compila le “Informazioni aggiuntive”
Questa sezione ti permette di aggiungere fino a tre “siti web”. Ad esempio, puoi inserire il tuo blog personale, il tuo sito personale e il sito web della tua azienda.

Nella sottosezione “Twitter” puoi inserire il tuo account Twitter.

Riguardo ai gruppi, LinkedIn ti dà la possibilità di partecipare alle attività di gruppi presenti in questo social network. Tra le altre cose, puoi, non solo di iscriverti, ma anche fondare dei gruppi nuovi.

Registrandoti e partecipando alle attività dei gruppi che sono legati ai tuoi interessi può darti parecchia visibilità in questo social network.

5) La Tua Esperienza
Nella sezione “Esperienza” del tuo profilo LinkedIn è necessario indicare brevemente la tua esperienza lavorativa, dal presente al passato.  Per ogni esperienza puoi scrivere una breve descrizione, con particolare attenzione al titolo di lavoro nella sezione “Qualifica”.

Non dimenticare la tua strategia: ciò significa che tutte le esperienze di lavoro devono essere viste – quando possibile – come un percorso coerente e di continua crescita professionale.

profilolinkedinsteviejordan6) Le “Segnalazioni”…sei Raccomandato?
Le raccomandazioni sono attestati di merito ricevuti da altri membri. Questo è un ottimo modo per aumentare il valore della tua professionalità su LinkedIn.
Dovresti cercare di riceverne almeno qualcuna. Evita, però, di avere la raccomandazione da parenti in questo senso, i migliori consigli sono da clienti e/o da datori di lavoro.

7) “Aggiungi” Altro?
Al fine di migliorare il tuo profilo LinkedIn puoi inserire ulteriori sezioni con la funzione “Aggiungi” caratteristica. A mio parere, le sezioni più importanti da essere aggiunti in questo campo sono le “Lingue” e “Pubblicazioni“, cioè un elenco di libri, e-book o articoli che hai pubblicato.

8) Aggiorna il Tuo Stato
Come tutti i social network, LinkedIn ti permette anche di aggiornare il tuo stato, utilizzando il pulsante “Condividi aggiornamenti“.
Gli aggiornamenti sono un altro ottimo modo per dare visibilità al tuo profilo. Ma ovviamente occhio a quello che scrivi, perché viene immediatamente condiviso con tutti i tuoi contatti. Può essere molto potente…sia in senso positivo che anche negativo!

9) Crea la Tua Vanity URL
Per avere maggior visibilità col tuo nome e anche per avere un tono maggiormente professionale dovresti creare una vanity URL per il tuo profilo come “www.linkedin.com/in/nomecognome“.
Per la tua visibilità online, è molto meglio dell’ID ricevuto al momento della registrazione.

10) Crea la tua rete di contatti
Un obiettivo fondamentale del tuo profilo LinkedIn è quello di trovare nuovi contatti. Un contatto è una persona che è presente nella tua rete che è possibile utilizzare per connetterti con altre persone o con altre aziende. Come trovare nuovi contatti su LinkedIn?

Cominciamo col dire che lo spam non è una strategia efficace, anche se ti può far avere risultati.
In realtà, se chiedi ad esempio a chiunque di connettersi con te, è probabile che sarai in grado di costruire una rete molto consistente e con un buon numero di contatti. Avrai vantaggi dal punto di vista della visibilità, ma la tua rete sarà molto eterogenea e di più difficile gestione.
Un’altra strategia, più intelligente, può essere quella di collegarti solo a persone con cui hai un rapporto nella vita reale. In questo modo, è probabile che avrai meno link, ma potranno essere tutti utili.
E’ vero anche che, in funzione della tua strategia, la verità può benissimo essere nel mezzo e tu potrai scegliere ad esempio di connetterti con contatti non conosciuti direttamente da te ma da tuoi altri contatti diretti.

Come chiedere ad un altro utente LinkedIn di collegarsi con te?
Una volta identificato il tuo nuovo potenziale contatto, è possibile inviargli un messaggio attraverso il modulo di invito. LinkedIn offre un messaggio standard di invito per aggiungere nuovi contatti alla tua rete. Tuttavia, è sempre meglio personalizzare il tuo messaggio.

11) Creare un profilo LinkedIn rintracciabile
Questo ultimo consiglio è una chicca in piu’, ma voglio dirtelo perché è troppo importante e spesso molto trascurato. Infatti puoi aver costruito il miglior profilo, ma se nessuno ti trova è un problema. Creare infatti un buon profilo coerente con la tua professionalità non è sufficiente. In realtà, è necessario assicurarti che sia possibile trovarlo tra quasi 200 milioni di altri profili su questo social.
A tale scopo, un ottimo suggerimento è quello di utilizzare le parole chiave più importanti della tua nicchia nelle varie sezioni del tuo profilo LinkedIn.

Beh,…l’articolo è terminato e anche i suggerimenti che sentivo di darti. Che dire di più? Posso solo ringraziarti per essere arrivato a leggerlo fin qui e spero che tu abbia trovato utili questi spunti e che terrai sempre aggiornato il tuo profilo Linkedin. Se vuoi lasciare un commento, qui sotto è pieno di spazio. Sarai il benvenuto. Al tuo successo online!

Recent Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search

1711